PalazzoPisani03

Il Palazzo, costruito nella seconda metà del sec. XV, dalla famiglia Pisani, è situato in uno dei punti più affascinanti del Canal Grande tra il ponte di Rialto e Ca’ Foscari. Eretto in stile gotico fiorito, subì dal XVI sec. numerose modifiche e restauri fino ad assumere l’aspetto attuale del XVIII sec. con gli ultimi importanti lavori. L’imponenza architettonica della facciata è dovuta alle splendide finestre gotiche dei due piani principali. La ricca decorazione barocca all’interno è opera degli artisti veneziani maggiormente in auge nel XVIII sec. quali Giambattista Tiepolo, Jacopo Guarana, Gaspare Diziani e Giuseppe Angeli.

L’imponente scalone a duplice rampa che porta all’ultimo piano appartiene anch’esso al periodo barocco e fu costruito in sostituzione dell’antica scala gotica esterna. Grazie ai restauri dell’ultimo decennio, al ripristino delle sue collezioni artistiche ed al recupero degli antichi mobili originali, Palazzo Pisani – abbandonato per molti motivi alla fine del secolo scorso – ha riacquistato parte dello splendore che nei secoli scorsi fu oggetto di ammirazione da parte di visitatori famosi tra i quali lo Zar Paolo di Russia, Giuseppina Buonaparte e Giuseppe II d’Austria.

Indirizzo: Sestiere San Polo, 2766, Venezia
Periodo d’apertura: Tutto l’anno
Periodo architettonico: 1400
Ubicazione: Canal Grande tra il ponte di Rialto e Ca’ Foscari.
Massimo posti: 200
Note: L’interno è in stile barocco e neoclassico e risale al XVIII secolo: il primo piano nobile, organizzato attorno a un portego lungo circa 24 metri e affrescato da opere di Jacopo Guarana (Luce che sconfigge le tenebre e Apollo con le ore del mattino), è composto da sale laterali due delle quali ospitanti opere di Giambattista Tiepolo (L’incontro tra Venere e Marte, 1743) e di Pietro Longhi.